News
Visite culturali
Incontri
Il Gr.A.V.O.
Attività

Cellulare
333 9051905
email
info@gravocolluto.it
-
CERCA
V.N.
VISITE 2013
Visite culturali
Mercoledì 13 febbraio
2013
MILANO – Mostra “Costantino 313 d.C.” e luoghi della Mediolanum imperiale.
L’esposizione celebra i 1700 anni dell’emanazione dell’Editto di Milano, con il quale si inaugurava un periodo di tolleranza religiosa e di grande innovazione politica e culturale. Il viaggio si effettua in pullman; programma già comunicato a tutti gli interessati.
 
Domenica 3 marzo
2013
 UDINE e PASSARIANO, itinerario tiepolesco.
Nella fastosa dimora dell’ultimo doge di Venezia, Villa Manin di Passariano, sono esposti dipinti sacri e profani, provenienti da luoghi di culto e da prestigiosi musei europei e americani, che illustrano il percorso artistico di Giovanni Battista Tiepolo (1696-1770), dalle prime esperienze fino alla tarda maturità.
Ma il nostro percorso partirà da Udine, dal Palazzo Patriarcale, dove Tiepolo, chiamato dal Patriarca Dionisio Dolfin, dal 1726 affrescò diversi ambienti: il soffitto dello scalone d’onore, la Sala Rossa, la Sala del Trono e la Galleria degli Ospiti con le storie dei Patriarchi, ritenute il più importante lavoro della sua giovinezza artistica.
In contemporanea con quella di Villa Manin, presso i Musei Civici del Castello di Udine, si svolge la mostra “I colori della seduzione: Giambattista Tiepolo e Paolo Veronese”, dove, in quattro sezioni, i due artisti sono messi a confronto nella trattazione di alcuni temi religiosi, mitologici e della storia antica.
Lavori di Tiepolo, coadiuvato dal figlio, si trovano nel Duomo e nell’Oratorio della Purità.
Programma. Partenza da Portogruaro, piazza Castello, alle ore 8.30, con mezzi propri. Parcheggio in Piazza 1° maggio, sotto il Castello. Ore 9.30 – Visita al Palazzo Patriarcale. Ore 11.00 – Visita alla mostra “I colori della seduzione” presso il Castello. Pranzo libero (A richiesta, si può prenotare presso una delle osterie storiche che conosciamo). Biglietto cumulativo per le due visite: € 10,00. Pomeriggio: trasferimento a Passariano per la mostra “Giambattista Tiepolo”. Biglietto intero € 10,00, ridotto 8,00.
Servizio di audio guide. Al termine, rientro a Portogruaro.
E’ necessaria la prenotazione per poter organizzare il trasporto.
 
Giovedì 14 marzo
2013
VENEZIA, 2° tappa Nobili Dimore.
Visiteremo: Palazzo Ducale e Ca’ Rezzonico. Palazzo Ducale: capolavoro di arte gotica, è una grandiosa stratificazione di elementi costruttivi e ornamentali: dalle antiche fondazioni del IX-X sec. all’assetto tre quattrocentesco dell’insieme, ai cospicui inserti rinascimentali.
Luogo simbolo della città, fu sede del Doge e della Magistrature statali, fino alla fine della Repubblica.
Gli interni furono superbamente decorati da legioni di artisti, tra cui Tiziano, Veronese, Tintoretto, Tiepolo.
Ca’ Rezzonico: è sede del Museo del Settecento Veneziano; il palazzo fu costruito a partire dal 1649 su progetto di Baldassarre Longhena. Acquistato nel 1751 dalla famiglia Rezzonico, fu completato dal Massari. Al primo piano vi sono 11 sale con arredi, dipinti e sculture del ‘700, al terzo la Pinacoteca Martini, collezione di dipinti dal ‘400 al ‘900.
Ingressi compresi nel Museum pass, acquistato in occasione dell’uscita del 25 ottobre scorso.
Per chi non l’avesse, il M. P. costa € 20, ridotto 14; l’entrata singola da 5(3,50) a 8(5,50)euro.
Partenza in treno da Portogruaro alle ore 7.53. Munirsi di biglietto. Rientro nel pomeriggio, al termine del programma.
 
Giovedì 11 aprile
2013
VENEZIA, 3° tappa Nobili Dimore.
Visiteremo: Casa Goldoni, Ca’ Pesaro, Museo di Storia Naturale.
Casa Goldoni: è un palazzo gotico che presenta gli elementi tipici dell’architettura civile tra la fine del XIV e l’inizio del XV secolo.
Alla fine del ‘600 vi si stabilì il nonno paterno di Carlo Goldoni, che qui nacque il 27.02.1707.
Il percorso museale, ridefinito nel 2012, è dedicato al commediografo e all’intera arte drammatica.
Ca’ Pesaro: Palazzo Pesaro è il più importante palazzo barocco della città, opera di B. Longhena, che si ispirò alla classicità sansoviniana elaborando soluzioni e linguaggi capaci di esprimere una nuova sontuosa armonia.
L’ultima proprietaria, la duchessa Felicita Bevilacqua La Masa, nel 1898 lo lasciò alla città perché fosse destinato all’arte moderna.
Così, nel 1902 divenne sede della Galleria Internazionale d’Arte Moderna, che si arricchì nel tempo con acquisti e donazioni. Espone capolavori di: Morandi, De Chirico, Carrà, Martini, Rosso, Klimt, Kandinsky, Klee, Rodin, Mirò, Matisse, Moore, ecc., e una notevole collezione di opere dell’Ottocento veneziano.
Al terzo piano ospita il Museo d’Arte Orientale. Museo di Storia Naturale: ha sede dal 1923 nel Fontego dei Turchi, eretto nella prima metà del XIII secolo.
Acquistato dalla Repubblica nel 1381, fu alternativamente usato come sede di rappresentanza e ceduto a varie famiglie patrizie.
Nel 1621 fu destinato ai mercanti turchi quale sede commerciale.
Fu ricostruito a partire dal 1860 ispirandosi all’edificio originario. Ospita numerose collezioni di botanica e zoologia, frutto delle ricerche condotte dai naturalisti sia in ambito locale che in territori lontani. Alcune raccolte sono frutto di viaggi e spedizioni alla scoperta di terre sconosciute e hanno carattere paleontologico, etnologico e antropologico.
Il patrimonio scientifico consta di oltre due milioni di pezzi. N.B.
Nel Museum Pass è inclusa la visita a Palazzo Mocenigo, il quale però è chiuso da gennaio fino a maggio per lavori di restyling.
Per le note di viaggio, si vede il programma della precedente visita.
 
Mercoledì 17 aprile
2013
 VICENZA Oggetto della visita guidata sono: il centro storico e, in particolare, gli edifici palladiani.
Abbiamo organizzato la visita per l’UTE di Portogruaro, ma vi possono partecipare anche gli aderenti Gr.A.V.O.; il programma dettagliato sarà disponibile presso l’UTE e la nostra sede.
L’iscrizione va effettuata presso la segreteria dell’UTE, al piano terra sotto la nostra sede.

Sabato 20 aprile
2013
 PADOVA, visita a due mostre.
“Pietro Bembo e l’invenzione del Rinascimento”, Palazzo del Monte di Pietà.

La mostra riporterà a Padova, dopo cinque secoli, i capolavori della collezione che l’intellettuale veneto, poi divenuto cardinale, aveva riunito nella propria casa, ancora esistente nell’attuale via Altinate.
Il titolo riporta all’Italia della fine del Quattrocento, quando la penisola è frantumata in piccole corti e centri di potere.
A un paese in piena crisi politica e militare, Bembo offre un’identità comune in cui riconoscersi.
Egli è infatti fautore di un’idea di unificazione dell’Italia a partire dalla creazione di una lingua nazionale, fondandola sugli scritti di Petrarca e Boccaccio.
Sul versante dell’arte, Bembo indica Michelangelo e Raffaello come campioni di un nuovo e rivoluzionario fare artistico; egli coglie una nuova lingua dell’arte, basata sulla grandezza dell’arte romana antica, che ricerca una perfezione senza tempo e senza connotazioni regionali: un linguaggio universale che sarà riconosciuto nei secoli a venire come quello del Rinascimento italiano.
Biglietto € 8,00, ridotto 6,00 (over 65,insegnanti).
Audioguida gratuita compresa nel biglietto.
“Venetkens. Viaggio nella terra dei Veneti antichi”, Palazzo della Ragione, visita guidata.
La mostra si propone come un vero e proprio viaggio nel tempo e nello spazio, volto a presentare il territorio, la vita quotidiana e le espressioni artistiche del popolo che abitò l’area del nord est italiano nel corso del primo millennio avanti Cristo.
E’ un racconto dal carattere scientifico e una rilettura della storia antica del Veneto, inteso come territorio aperto agli scambi e alle influenze esterne.
La mostra, che sarà presentata il 19 aprile nell’ambito del Corso di Archeologia, è un’occasione per avere una visione completa di reperti e materiali, in molti casi mai esposti, emersi dagli scavi archeologici compiuti negli ultimi decenni.
Partenza in treno da Portogruaro con treno RV delle ore 9.26; rientro con uno dei numerosi treni R del tardo pomeriggio.
Munirsi di biglietto. Programma: ore 11.30 visita alla mostra “Bembo”, spuntino, ore 15.00 visita guidata alla mostra “Venetkens”.
 
Lunedì 6 maggioo
2013
TREVISO “TIBET. Tesori dal tetto del mondo”, Casa dei Carraresi.
E’ la più grande mostra sul Tibet per la prima volta organizzata in Occidente: la storia, la religione, l’arte, la vita quotidiana del Tibet misterioso e sconosciuto raccontate attraverso oltre 300 preziosi reperti, compresi i doni del Dalai Lama agli Imperatori cinesi.
Dal Palazzo del Potala, dai templi buddisti dell’altopiano e dalle collezioni imperiali giungono gli oggetti sacri di una straordinaria cultura unica al mondo.
Biglietto unico € 13,00 (audio guida compresa). Partenza in treno da Portogruaro ore 8.48.
Munirsi di biglietto.
 
Luglio
2013
Tradizionale visita in Carnia, alla mostra di ILLEGIO.

Per ogni visita, preghiamo di segnalare la propria adesione e di prenotarsi in sede, per avere informazioni dettagliate, per accertarsi di eventuali cambiamenti di programma e per permetterci di organizzare il trasporto.
La Fondazione
Premio "A.Colluto"
Materiali
Collaborazioni
Pubblicazioni
Gr.A.V.O. - Fondazione "A. Colluto"  Villa Comunale - 30026 Portogruaro (Ve) - Tel. e Fax 0421 73010